lunedì 24 aprile 2017

Tapasciate mezze e maratone

Domenica ricca di eventi questa appena trascorsa. 
Da segnalare il nostro ex ( ma canisciolti lo si è per sempre! diciamo ex frequentatore) DJ che porta a termine la Maratona di Vienna in 3,38, un buon tempo per molti, ma lontano dall’aspirato podio. 
Un saluto anche ai suoi ‘accompagnatori’: il capitano (altro nostro ex) partito con l’intento di far la mezza, e il Netti, che porta a termine la maratona in condizioni precarie.
(Seguirà, forse mercoledì,   articolo Maratona di Vienna)
Maurizio e AndreR impegnati alla mezza di Trecate; Roby a Cervia; e il grosso del Gruppo a Lomazzo.  Si rivede Luisa e la ‘Sister’ della Vale. 

Lomazzo (di Andrea). Il gruppo, tra cui spicca il rientro del sottoscritto e la seconda presenza di Luisa (che entra di diritto in classifica), parte carico per Lomazzo. 
Canisciolti talmente carichi da decidere di parcheggiare le macchine a qualche chilometro dalla partenza per rendere l’esperienza ancor più memorabile. 
Il tempo splendido e il percorso bellissimo (pieno di saliscendi) mi consentono di staccare un tempo “memorabile” sul percorso da 9 chilometri. Anche Holly si cimenta sulla stessa distanza, ma senza suscitare lo stesso entusiasmo tra il pubblico. A parte i prodi Lele, Passirunner e Paolo lanciati sul percorso da 24 Km, il resto del gruppo decide di percorrere compatto quello da 17Km. Da segnalare gli ottimi ristori e l’organizzazione in generale, con tantissimi volontari sul percorso.
Ammazza che Lomazzo (di Passirunner) Domenica scorsa variegate le partecipazioni dei Canisciolti nelle principali manifestazioni podistiche previste: Andrea e Dippi in quel di Trecate per la prestigiosa MMT, Igna DJ agguerritissimo a Vienna per l’appuntamento internazionale con la Maratona, il Sig.Roberto si iscrive last minute a Cervia alla Da port a port (per volantinare la Sangiuan questo ed altro).
Lo zoccolo duro dei Canisciolti invece parte dal ritrovo A alla volta di Lomazzo: alcune assenze giustificate (ad es.Paolino con importanti impegni familiari) e ingiustificati (Lello, ti aspettiamo…). L’assenza più importante si rivela quella del Presidente, perché alla carovana di macchine, arrivati a destinazione, manca l’esperienza e la lungimiranza di Fulvio per trovare un parcheggio adeguato al nostro livello. E così si parcheggia a circa un km dalla partenza, raggiungiamo il luogo solo grazie alla collaborazione della Protezione Civile, scoprendo che era previsto un ampissimo parcheggio megagalattico…. Foto di rito, clima allegro accentuato da qualche splendida barzelletta, e via che si parte. Da segnalare le presenze di un redivivo e tonico Ivan, di un inarrestabile e claudicante Holly, dell’extracomunitario Simone, del maratoneta Paolo Pastorius e della “gazzella” Luisa alias Marisa, che ha già ben compreso lo spirito del gruppo.
Il gruppo si sgrana mano a mano che i km procedono, chiacchere e sfottò variegati. Il percorso si preannuncia da subito variegato, con sali e scendi a tratti impegnativi: una prima parte cittadina fa seguire tratti boschivi, poi ancora asfalto, poi sterrato… insomma, di tutto un po'. I più esperti sostengono che il percorso è esattamente il contrario rispetto a quanto tracciato gli anni scorsi: personalmente alcuni tratti non me li ricordavo proprio, ma devo dire che il tutto è risultato mai noioso e suggestivo, forse anche la bella giornata primaverile, passando da cascine, ville e maneggi (in questi ultimi diversi incontri bestiari e di amiche del gruppo…), tutto molto presidiato e organizzato anche sul percorso lungo.
Qualcuno ci lascia al primo bivio, Ste punta ai 17km: rimangono quattro Cani che puntano dichiaratamente (e forse inconsciamente) ai 24. La fatica è ripagata da ulteriori tratti boschivi/campestri di collegamento ai vari paesi, salvo poi ricollegarsi al percorso comune e ritornare a Lomazzo con un’ultima salita spezzagambe che prosciuga le ultime energie.
Ristoro ricco, con piatti di pasta da un etto e mezzo e salamella a disposizione: spogliatoi si (apprezzato il deposito borse), docce assenti e non pervenute.
I 4 dei 24km, esausti dalla fatica, decidono di abbreviare il percorso fino all’auto e, tra consigli e cartellistica messa caso, si ritrovano davanti a una cancellata che li divide dall’obiettivo. Ovviamente, memori di ricordi di gioventù, si provvede allo scavalcamento dello stesso, salvo ricevere seduta stante un cazziatone dei padroni dell’immobile, che ci segnalano poco gentilmente un cancello aperto…
Sfatti e soddisfatti si ritorna a casa con i BonJovi a ppalla, dopo un’altra tapasciata da Canisciolti. 

Cervia (di Roby). Sono venuto a Cervia per riposare ma..... saputo per caso dall'albergatore della corsa non ho resistito alla tentazione, (per fortuna che avevamo portato l'attrezzatura, da portare sempre) anzi ho coinvolto anche Antonella a fare i km 12.
Giornata soleggiata ma un poco ventilata, i veterani mi dicono che a Cervia è sempre così, iscrizione senza le solite code, non eravamo in tantissimi, prendiamo visione del percorso, foto (gruppo ridotto solo noi due) e via una bella mezz'oretta prima della partenza ufficiale.
Bello e originale il percorso, una parte su asfalto del lungo mare fino al porto, una parte sulla battigia della spiaggia verso Pinarella di Cervia, per fortuna la sabbia era dura altrimenti non ce la avrei fatta e il ritorno tutto nella pineta di Pinarella.
Rispetto alle ns tapasciate non eravamo in tanti, però iscrizione economica euro 2,50 con riconoscimento, solito sacchetto gastronomico. 
Ristori solo beveraggio, molto apprezzati, anche perché il sole e la brezza del mare ci hanno prosciugato.

venerdì 21 aprile 2017

Ciliegi in fiore e convocazione del 23 aprile 2017


Pasquetta ai Ciliegi in Fiore a Robecco sul naviglio per i canisciolti. Edizione che fa segnare il record di partecipanti: oltre 4000. 
Arriviamo abbastanza presto, dato l'esiguo numero, ma nonostante ciò ci fanno parcheggiare al cimitero, distante almeno km... Quelli dopo di noi saranno più fortunati, poichè potranno andare più avanti.

Fa freddino, e non c'è il sole. Ci cambiamo nel bar dove incontriamo Ange e Paolino (che aveva prenotato le iscrizioni). Verso l'arco della partenza incontriamo la Vale e la Sister, inserita in CLASSIFICA
Facciamo la foto di gruppo e partiamo un quarto d'ora prima della partenza della corsa. 
Fino al ristoro restiamo tutti in gruppo. Partire prima ci ha evitato il solito imbottigliamento che dura ... 
fino alla fine. Questo ci ha permesso di correre con più tranquillità, senza dover zizzagare o rischiare di cadere in qualche roggia, ed è stato molto bello. 
Si è apprezzato di più questo bellissimo percorso tutto nel verde, nel parco del Ticino tra fiumi e rogge. Ogni anno questa corsa sembra sempre più bella, ma è sempre la stessa...
A fine corsa, dopo un'altra foto di gruppo, succede il giallo: una porta degli spogliatoi davanti all'arrivo è aperta. Cosa comporta ciò? Spogliatoi aperti uguale doccia. Così si entra tra cassette della frutta e bombole del gas. Durante la doccia arriva il responsabile e ci cazzia per bene. Chiediamo scusa. Dalla foto si può vedere uno dei vandali che se ne esce pulito e lavato dopo la corsa.
Corsa come sempre bellissima straorganizzata alla grande, ma unica pecca: mancano le docce.... non per noi.
Nella fotogallery nell'album sono presenti molte foto.
Ringraziamo il pirata che compra l'auto nuova ma non paga nemmeno il caffè.

Convocazione per il 23 aprile 2017.

4 PASSI TRA I BOSCHI E GLI ORATORI  Lomazzo (Como)  Percorsi: Km. 6-9-17-24 Partenza ore 8.00/9.30 [Como Next, Via Cavour 2] Maneranners Informazioni: Renato Vanzulli (tel. 393.9390369)
CANISCIOLTI AL RITROVO A (ALBE) ALLE ORE 7,30

Per chi volesse, Martedì 25 aprile (Fuori Classifica) 
Abbiategrasso 45^ CUREM cul COEUR in MAN Percorsi: km 5 - 10 nel parco del Ticino Partenza: dalle 9.00 presso l'oratorio S.Gaetano, via C. M. Maggi 17. Costo: € 5 con riconoscimento (ricca borsa gastronomica); € 2 senza.  Info: Giovanni 333.1115573 - Marco 339.3648313 - Michele 3292357859 - courem.osg@gmail.com.



giovedì 13 aprile 2017

Convocazione di Pasquetta 2017

40^ MARCIA DEI CILIEGI IN FIORE  Casterno di Robecco sul Naviglio (Milano)  Percorsi: Km. 5-13-20 Partenza ore 8.45/9.00 [Via della Chiesa] U.S.Casterno Informazioni: Giovanni Crivellin (tel. 339.2646819) - Maria Teresa Morani (tel. 333.6609627) e-mail: gio.crivellin@alice.it

Lunedì 17/04/2017 CANISCIOLTI AL RITROVO B (Fulvio) ALLE ORE 7,30

Alternativa:
40^ CROSS OLGIATESE - MARATONA DEL CONFINE  Olgiate Comasco (Como)  Percorsi: Km. 7-11-18-25-40 Partenza ore 7.45/9.00 [Centro Sportivo "Pineta", Via Sterlocchi 60] Dialogo Club Informazioni: www.dialogoclub.it

lunedì 10 aprile 2017

Corbetta

Dopo giornate di dispersione o di pigrizia, finalmente domenica il gruppo raggiunge un numero almeno ragionevole. Mentre la Vale ci fa sapere di aver corso a Colturano la 13 km: ma senza foto…
Costretti a rifare la foto più volte perché sopraggiungono, alla loro prima quest’anno, La volpe e il Piro; anche lei alla sua prima, si aggrega con noi Luisa, che aspettiamo ancora ma anche il marito. Ma l’evento che fa più scalpore è rivedere Lello…
Ecco la CLASSIFICA aggiornata.
Arriviamo sul posto abbastanza presto, parcheggiando vicino la partenza. Ste addirittura dentro con lo scooter.
Spogliatoi arrangiati, ma l’attrattiva del giorno è vedere Roby divertirsi come un bambino nel farsi attaccare dalle oche libere nel parco che all’avvicinarsi di qualcuno attaccano minacciose difendendo il territorio.
Finalmente si parte. La temperatura inizialmente freschina, cambierà con lo scaldare del sole, fino a divenire calda. La corsa la conosciamo, piatta tranquilla, in piccole  strade di campagna o sterrate nei campi.
Inizialmente tutti in gruppo , a scambiare quattro chiacchiere poi man mano la selezione naturale.
Classici i ristori. Peccato non ci siano le docce e spogliatoi. Ma i nostri ragazzi trovano sempre il modo di arrangiarsi.
Da segnalare che è iniziato ufficialmente il volantinaggio per la SANGIUAN CHE CAMINA del 10 giugno prossimo.
Altra cosa da segnalare, ma più che altro da prenderne atto che il Sig. Roby continua imperterrito a mandare selfie con l’arco dell’arrivo alle spalle, come a dimostrare che è arrivato fino alla fine.

giovedì 6 aprile 2017

Convocazione per il 9 aprile 2017

Domenica 9 aprile 2017
40^ Strachemass a Curbèta. Corbetta. Percorsi: km 6- 12 - 18. Partenza: dalle 8,30 alle 9 dal Parco Villa Ferrario. Costo: € 5 con riconoscimento (colomba pasquale ai primi 500 iscritti); € 2,50 senza. Maggiorazione € 0,50 per i non tesserati FIASP. Info: Toninelli Janos  3391553500 - Bianchi Mario 3406953623 o 029794951 - podistica.corbetta@libero.it. Note: iscrizione gruppi entro le 22.30 del 7/4. Premi ai gruppi con almeno 20 iscritti.

CANISCIOLTI AL RITROVO B (Fulvio) ALLE ORE 7,30 

Alternativa:
38^ STRADAVERIO  Daverio (Varese)  Percorsi: km. 7-12-18 Partenza ore 8:00/9:30 [Piazzale Supermercato Il Gigante, Via dell'Industria] Gruppo Podistico Daverio - Piazzale AVIS - 21020 DAVERIO (VA) Informazioni: Salvatore Felice (tel. 0332.333812-348.3657720)

martedì 4 aprile 2017

Come è bella Milano!

Come è bella Milano! (di PaoloPa)
La mia prima maratona comincia in un grigio mattino. Penso ottimo clima, qualcuno mi vuole bene! Arriviamo con Christian, grandissimo finisher, molto presto a giardini Montanelli. Ci accoglie un organizzazione ancora in fase di allestimento. Ci dirigiamo alla consegna sacche e nel passaggio transitiamo nella nostra griglia di partenza. Essendo presto scambiamo qualche parola fra noi tentando di mascherare la tensione. Nel frattempo arriva la gran parte dei runners e con loro anche l’orario fatidico.
9.30, colpo di cannone, piccola preghiera verso qualcuno in cielo e comincia l’avventura. Alla prima curva saluto la mia family già presente a tifare e pronta alla partecipazione alla Milano school marathon. Milano da qs. punto di vista è davvero notevole; fantastico il passaggio in Corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo e quadrilatero della moda. Maciniamo un po di km., supportati da tifosi colorati e festanti. 
In corrispondenza del primo cambio della staffetta, ecco una figura festante che mi chiama a gran voce, G.Luca Il Pirata. Saluto e proseguo. Arrivo alla mezza soddisfatto del crono e sereno.
Secondo cambio della staffetta, ancora lui G.Luca, ma che frazione farà? Percorriamo la parte esteticamente meno piacevole della città. Avanzo fino al 30 km., le sensazioni sono buone. Risaluto la mia family, che mi ha raggiunto per spingermi ancora avanti. Cambio staffetta n. 3, qs. volta nessuna traccia del Pirata. 
Proseguo ed ecco che arriva Lui, il temuto km. 34 ed infatti lo pago! Siamo nel mezzo delle Torri Citylife e le forze fisiche spariscono. La testa però è serena, vado avanti. Prime avvisaglie di crampi tra il 36 ed il 38 km. Si entra nel parco del Castello ed eccolo “il Pirata Custode”, che mi spinge negli ultimi km, mi aiuta a rialzarmi dopo che una crisi di crampi mi aveva costretto a sdraiarmi in strada. Ci dividiamo agli ultimi 500 mt.. Lui va per la corsia delle staffette, GRAZIE; io affronto con le residue energie che mi rimangono l’ultima curva che immette al traguardo. Nella folla festante, ultimo saluto alla mia famiglia. Taglio il traguardo. E’ andata! Tanti pensieri, tante riflessioni. Un grazie speciale a tutto il branco, in particolare a Fulvio e Leo per avermi fatto scoprire una passione che in poco più di due anni mi ha portato a togliermi una bellissima soddisfazione, 42.195!!!!

Staffetta Maratona  (di Pirata). Spirito d'appartenenza al branco. Anche quest'anno il Caccia, Silvia ed il Pirata con l'aggiunta dell' amico Mauro Rossi, decidiamo di fare la staffetta x la Change Onlus che sta costruendo un ospedale pediatrico in Madagascar. Alla partenza della maratona, come al solito,  l'emozione mi assale ed una lacrima di stima mi solca il viso. 
Aspetto e cerco il Paolo ma non lo vedo,  ma dico tanto lo becco dopo. Alla partenza delle staffette inizia a salire l'adrenalina ed aspettiamo il Caccia che passa; noi lo vediamo, ma lui già a testa bassa a fare il tempo.
Arriviamo al primo cambio ed è un delirio. 2000 staffette, la metro piena zeppa. Aspettiamo Andrea che da il cambio a Silvia, che scatta felina. Riusciamo a vedere Paolo che passa bello tonico proseguendo la sua maratona. Lascio Mauro e vado al mio cambio. Riesco ad intravvedere Paolo, un urlo e scappo. Finalmente tocca a me,  riesco anche a vedere la staffetta del Dippi con Andrea R. che non abbastanza soddisfatto dei suoi 11km si spinge fino a farne 32, bravo. Arriva Mauro, quasi neanche sudato e mi da il cambio. Parto come al solito con l'idea di controllarmi, ma sarà x la gente che incita, sarà l'agonismo,  mi trovo a correre su ritmi un po' troppo sostenuti anche se con grande stupore riesco a tenere. Trovo Paolo all'ingresso del Castello Sforzesco Cosi facciamo gli ultimi 3km assieme. Gli ultimi 500metri sono come al solito bellissimi: contornato di folla e da brividi x me che ho fatto la staffetta, posso solo immaginare cosa deve essere finire una maratona, ma questa è un altra storia. Grazie ai miei soci x questa forte emozione!!!!!!

Gruppo tapasciata ad Arconate.
Oltre al gruppo che andrò a raccontare, Vale presente con sorella a Cinisello. Brave. CLASSIFICA.
Duo delle meraviglie più Max, presidente Ambro e Passirunner. Prima di partire si commenta il tempo grigio e fresco pensando a chi farà la maratona. Quest’anno purtroppo solo Paolo (grandissimo): gruppo in decadenza…
Arrivati ad Arconate, parcheggiamo vicino alla partenza, ed entriamo in questo accogliente oratorio. In lontanza si scorge il cartello spogliatoi, ma forse siamo stati gli unici a vederlo: attraversiamo un campetto di calcio ed entriamo negli spogliatoi: quattro stanzoni, docce e bagni solo per noi!
Ci iscriviamo: le iscrizioni con riconoscimento sono finite, le altre costano 4 euro: un po caro…
la partenza è fissata per le nove in punto, ma noi partiamo circa dieci minuti prima.
I primi due o tre km insulsi nelle viuzze del paese a zigzago, forse per rendere partecipe il paese alla corsa. Poi finalmente ci si addentra nella campagna, campi boschetti, tenute, tutto con fondo regolare. Bello e rilassante. Per una decina di minuti folate di vento, poi scomparse. Clima ideale. Al primo ristoro ci sfreccia via il primo: fa sempre male essere superati, ma questo ha un altro passo.
arrivo sotto l’arco, con foto, e via sotto la doccia: dieci minuti, acqua bella calda, e spogliatoi nostri, cosa volere di più?
si va al ristoro per rifocillarsi, dove oltre alle classiche cose, focaccia bella unta e pasta al ragù. Bella mattinata rilassante e rigenerante.


CALENDARIO