lunedì 22 giugno 2015

Che bela Manera ...



Domenica ricca di corse e alternative. Il gruppone si reca a Manera, frazione di Lomazzo per la ‘6° la Bela Menera de curr’.
La Vale dall’altra parte di Milano, va alla 10 km del Parco Nord.
Anche per Mario & Vivi 10 km, ma a Cantalupo. Paolo Mac 5 km alla Energizer Night Run, ed infine il Baldo allo sprint della diga del Molato (PC).
Tutti in CLASSIFICA. Tranne Albe e Supercele che di corsa non ne hanno fatta... inserita l’immagine solo per i fans...
A Manera di Lomazzo il ritrovo è il bel centro sportivo parrocchiale, accogliente organizzato e verde. Ci iscriviamo, e assieme al cartellino, c’è il pettorale, facoltativo dicono: senza quello non ti fotografavano …
Deposito borse organizzatissimo, con braccialetto corrispondente al numero. Tutto pronto per la foto di gruppo, ma manca il Pirata, disperso nella folla a parlare con amici; nei suoi trascorsi dice di aver vissuto a Manera..
La maglia gialla prende il sopravvento su quella ufficiale del gruppo. Special guest di oggi, con noi la Stefy che si difende bene sui 7km. Assente Holly, di cui non abbiamo notizie, ma sappiamo solo che sabato era ad un matrimonio …
Si parte tutti in gruppo a bassa velocità, con noi anche Dippi. Tutti scelgono la 13km tranne presidente, Leo, Lello e Dippi. Il percorso è bello, un terzo su asfalto e il resto nei boschi del Parco del Lura, con molta ombra e fresco.
Da segnalare gli ottimi spogliatoi e docce, con tunnel collegato al campo di calcio. 
Iscritti alla gara 2.000 podisti, ma docce a nostra completa dispozione. Bene il ristoro finale con melone e anguria. Complimenti a tutti.

Energizer Night Run (di Paolo MAC) Erano settemiladuecento i runner che alle dieci di sera del 20 giugno 2015, in una Milano illuminata dalle sole torce a led dei podisti, sono partiti da Piazza Castello per una delle corse più particolari e coinvolgenti della stagione estiva. La fiumana di gente ha impiegato non meno di 10 minuti per esaurirsi tutta...potenzialmente se il nostro Presidente fosse partito in testa al gruppo, avrebbe raggiunto la metà abbondante della gara prima che l'ultimo avesse mosso il primo passo nel percorso!
L'atmosfera è coinvolgente come ogni anno, e la mia teca delle medaglie - che non è altro che un cassetto dedicato straripante di magliette - parla chiaro: 5 magliette, per 5 edizioni totali...ne so qualcosa.
La maggior parte del percorso si snoda dentro un oscuro Parco Sempione che non capita spesso di vedere a chi non frequenta abitualmente la Movida della zona, e la lunga scia luminosa che disegna il percorso fra gli alberi e cespugli fa apparire il gruppo come un lungo serpentone luminoso. La gente è molta e altrettanto la voglia di fare sport! Chi porta la fidanzata, chi il marito, chi un'amico...è stato piacevole vedere come molte persone, che normalmente non vedresti in una domenica mattina di pioggia alla partenza di una gara (in questo periodo mi ci metto anche io, sob), correre e divertirsi per il puro piacere di fare sport. Ed è proprio questo lo spirito della Night Run! Anche se il percorso era più corto di qualche centinaio di metri dei 5Km ufficiali e in alcuni passaggi si è dovuto rallentare fino a fermarsi per la troppa gente, a nessuno importava: nessuna sega mentale sul tempo, sul passo, sul perdere il ritmo...era davvero una grande festa. 
Non bisogna però dimenticare che questa grande festa si era posta, come ogni edizione, un obiettivo altrettanto grande: aiutare Unicef a combattere la malnutrizione infantile, e con più di 73.000€ raccolti a fronte delle iscrizioni, si potrà fare davvero molto. Se qualcuno fosse interessato a saperne di più può guardare sulla pagina dedicata del sito ufficiale

(Del Baldo) Partecipo a questa 6° edizione del triathlon della diga del Molato quasi per caso e anche perchè pensavo fosse vicino a casa, in realtà per arrivarci ho impiegato quasi due ore!
Non siamo in moltissimi, quasi trecento. La frazione di nuoto si svolge appunto nel bacino della diga, mentre quelle di bici e corsa sulla strada statale che lo costeggia.
Tutte e tre le frazioni sono molto belle da fare, la bici è anche dura con una salitella da fare tre volte che lascia il segno.
Torno a casa con la soddisfazione di un 11° di categoria ma col rimpianto di non aver potuto partecipare al pasta party.
Gara da prendere in considerazione anche per l'anno prossimo.





2 commenti:

L'ALTRO ha detto...

1 - Bella MAC, gran bell'articolo e gran bella maglia
2 - Per gli altri....toglietevi ste magliacce nere corvo ora che ne avete di belle!
3 - Chi sono quei due Gianni e Pinotto nemmeno menzionati e vestiti in quello strano modo???

Celestino Zaccagnino ha detto...

Ciao e vero di corsa non ne abbiamo fatta però in classifica non ci sono per la sangiuan che ho fatto! !!!! Grande IO compagno ciclista ciao
SUERCELE

CALENDARIO